Dice di sé:

«Ho 57 anni, vivo in una casa di campagna alle porte delle Langhe, distante da ogni luogo in cui pratico le mie attività.

È curioso come proprio proprio le distanze siano state un tratto incisivo nei grandi cambiamenti della mia vita. Nelle ore accumulate negli anni per gli spostamenti ho: ripetuto mantra, formulato desideri e domande, ricevuto consapevolezze, dipanato quella che, ora vedo, essere la gioia del mio vivere.

Ho scoperto di avere facilità nella cura dei corpi, cosa che pratico già da più di di 20 anni nel lavoro ordinario presso ASL CN2, ma quel che più mi attira è l’autoguarigione che ogni corpo mette in atto ogni qual volta viene nutrito con cura amorevole, senza giudizio.

Durante la mia lunga formazione iniziata dapprima come percorso di crescita individuale, ho ricevuto strumenti di grande valore come le tecniche di Access Consciousness™, che pratico in modo costante da cinque anni; soprattutto le tecniche dei bodyork che attivano energie risanatrici a vari livelli nei corpi, e si possono esponenziare dando spazio al cambiamento con i Bars™.

Ogni corso e percorso è stato per me un attivatore di talenti che mai avrei immaginato di possedere.

Ho riconosciuto la naturalezza con cui ricevo informazioni dal cibo: un aspetto importante visto che mangiamo almeno tre volte al giorno!

Tratto gli alimenti come tratto i corpi: uso erbe selvatiche nella mia cucina ed è per me normale tornare da una passeggiata in campagna con le mani colme di piante aromatiche spontanee, fiori eduli e radici. Un’antica sapienza familiare che si tramanda da generazioni e che a me è arrivata grazie alla mia mamma e alla mia nonna.»